DIZIONARIO ETIMOLOGICO ONLINE
Home - Informazioni - Abbreviazioni - Contatti

RICERCA

porpora
porre
porro
porta
portante
portare
portendere

Porta





Copyright 2004-2008 Francesco Bonomi - Vocabolario Etimologico della Lingua Italiana
Tutti i diritti riservati - Privacy Policy



Simone Secchi Sindaco di Greve in Chianti






















3 mura delle città con puerta: == lai. PÒRTA, che pòrta fr. porte; prov. cai. e pori. porta; p. gli etimoogisti latini trassero da PORTARE sollevare, in aratro, questo veniva sollevato nel uogo, ove dovevano essere le porte; ma ,he invece ha lo stesso etimo di Poro e Porto nel senso di passaggio, ed è veroimile che sia il participio passato di [ualche antico verbo andato in disuso: . es. *PÒRO parallelo al gr. PERÀÓ attraverso, onde ^PÒRITA, FORATA perché nel tracciare, come fece Ronolo per B-oma, le (v. Poro). [I Latini dissero: « iànua » il portone di asa privata; «pòrta» la porta di città, di "ertezza, di un gran recinto; òstium 6 da bàb porta^ alìy Inoltre dal frontone pendeva fin quasi a terra un drappo di velluto nero, al quale i signori della corte rendevano ogni giorno, come alta]: Vuscio interno (gr. thyra): distinzione però non sempre rigorosamente osservata]. Qualunque apertura artificialmente munita alla pietra nera, i più grandi onori, baciando pietra tardi si chiamò la Sublime Porta [=== arab. babi-ali d'imposte per entrare in un luogo chiuso. Sublime porta » «== La Residenza del gran sultano, e indi il Governo ottomano. Allorché Mostardhem, l'ultimo califfo della soglia ed oggi questo nome serve per indicare la Corte del Sultano. Altri dice che il significato di Corte stirpe degli Abassidi, usciva dal suo palazzo, passava per una grande porta, sulla della quale aveva fatto murare un pezzo della famosa pietra nera del tempio della Mecca. e velluto col più profondo rispetto. La porta oggetto di tanta venerazione si chiamava la Porta del Califfo e più Regale derivasse dall'uso dei principi orientali di rendere giustizia e bandire gli ordini sulla porta del palazzo. Deriv. Porièlla-o; Porteria; Pòrtico; Portièra, Portière [lai. portàrius, fr. portier, ingl. porterj; Portinàio-a. frusciare tordo scapestrare cioe sanguinaria aspirare paniere sperticato salino prolifico bilancia diplomazia mastuprazione fuorche ammotinare scolare radicale stempiato alito sprazzare rebus sovvaggiolo camedrio merlo oppio temporeggiare matrina fragola dieresi orfanotrofio vostro adusto deridere mondezzaio briscola matricolare lucere musorno scalpore ghiottornia instituire gara caratello iena buscherare sterta cortile divertire equiseto connesso strizzare bipede pedocomio Pagina generata il 06/04/20